[OT] Signore e signori: la guerra.

Scatta il fluido erotico...

Moderatori: Super Zeta, AlexSmith, Pim, Moderatore1

Messaggio
Autore
Avatar utente
Drogato_ di_porno
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Messaggi: 72496
Iscritto il: 20/06/2002, 2:00

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20356 Messaggio da Drogato_ di_porno »

Ma dai, e chi lo avrebbe detto? un po' come Ucraina e Israele che senza gli USA non durerebbero un nanosecondo

Ps.: Stoltenberg pensi piuttosto alle triangolazioni col centroasia con cui l'UE continua a foraggiare la Russia, a cominciare dai lettoni, estoni, polacchi e lituani
Immagine
sono un analfabeta funzionante

Avatar utente
Floppy Disk
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Messaggi: 5613
Iscritto il: 17/11/2020, 14:16
Località: Windows XP

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20357 Messaggio da Floppy Disk »

Drogato_ di_porno ha scritto:
30/05/2024, 22:13
un po' come Ucraina e Israele che senza gli USA non durerebbero un nanosecondo
Su Israele ho grossi dubbi. Kiev, contrariamente a Tel Aviv, non ha il potenziale nucleare per desertificare mezzo mondo, avendolo ceduto ai russi negli anni Novanta in cambio della promessa che i suoi confini non sarebbero stati violati. E guarda come sono stati ricompensati: la Storia andrebbe citata tutta e non solo quando ci fa comodo. Ma tanto è tutto colpa del libbbberalismo, giusto?

https://it.wikipedia.org/wiki/Memorandum_di_Budapest
I'm a humanist. Maybe the last humanist.

In the long run we are all dead.

Avatar utente
Floppy Disk
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Messaggi: 5613
Iscritto il: 17/11/2020, 14:16
Località: Windows XP

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20358 Messaggio da Floppy Disk »

Visto che sembra tutto dimenticato e passato in giudicato perché i social urlano "Gaza liberah!", lo ricordo. Alla faccia dello "Stato terrorista" e della nazione che darebbe "ordini" a Washington (AHAHAHAHAHAH), ma la conoscenza della Storia e dell'attualità è quello che è.

https://www.ilgiornale.it/news/attualit ... 05167.html

Ah, a proposito: che sarà mai successo a Mariupol? Forse i kattivi libbbbberisti avranno seminato un po' di fake news tramite i social? Forse gli amerikani hanno lanciati i loro malefici missili nella direzione sbagliata?

https://www.theguardian.com/world/2022/ ... russia-war
https://www.jpost.com/international/article-703925
I'm a humanist. Maybe the last humanist.

In the long run we are all dead.

Avatar utente
Drogato_ di_porno
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Messaggi: 72496
Iscritto il: 20/06/2002, 2:00

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20359 Messaggio da Drogato_ di_porno »

Floppy Disk ha scritto:
30/05/2024, 22:25
Su Israele ho grossi dubbi.
sono dati di parte americana: https://sgp.fas.org/crs/mideast/RL33222.pdf

fino al gennaio 2023 260 billions (dati aggiustati all'inflazione), e manca tutto l'ultimo anno e mezzo (già solo nell'ultimo pacchetto di marzo 2024 altri 26 billions)
Immagine
sono un analfabeta funzionante

Avatar utente
Drogato_ di_porno
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Messaggi: 72496
Iscritto il: 20/06/2002, 2:00

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20360 Messaggio da Drogato_ di_porno »

itanto, ridendo e scherzando
Immagine
Immagine
sono un analfabeta funzionante

estdipendente
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Messaggi: 7811
Iscritto il: 13/10/2003, 17:48

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20361 Messaggio da estdipendente »

https://m.dagospia.com/se-la-nato-autor ... tin-396757

a Trez e Markome gia’ si serra il buco del culo…


Avatar utente
Drogato_ di_porno
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Messaggi: 72496
Iscritto il: 20/06/2002, 2:00

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20363 Messaggio da Drogato_ di_porno »

Immagine
sono un analfabeta funzionante

estdipendente
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Messaggi: 7811
Iscritto il: 13/10/2003, 17:48

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20364 Messaggio da estdipendente »

nelle prossime settimane ci saranno molti bombardamenti in territorio russo. mi immagino il piagnucolare quotidiano sui civili russi morti - veri o inventati fa lo stesso - e le minaccae da gradasso di quartiere di Putin e la sua banda di sfigati.
che spettacolo di degrado e miseria umana ci aspetta nelle prossime settimane.
sarebbe meglio fare 2 mesi nella Polinesia francese come si appresta a fare un mio amico divorziatissimo con la sua nuova milfona. io non potrei nemmeno volendo (e non voglio).
mi tocchera’ sorbirmi il piagnisteo. mi renderanno il tutto piu’ leggero le vignette e gli spezzoni di vecchi film di dostum e i surreali post di Rognoni o Scoglioni riportati da Cicciuzzo

estdipendente
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Messaggi: 7811
Iscritto il: 13/10/2003, 17:48

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20365 Messaggio da estdipendente »

Drogato_ di_porno ha scritto:
30/05/2024, 22:13
Ma dai, e chi lo avrebbe detto? un po' come Ucraina e Israele che senza gli USA non durerebbero un nanosecondo

Ps.: Stoltenberg pensi piuttosto alle triangolazioni col centroasia con cui l'UE continua a foraggiare la Russia, a cominciare dai lettoni, estoni, polacchi e lituani
Immagine
e’ vero. sarebbe ora di iniziare a occuparsene

Avatar utente
Drogato_ di_porno
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Messaggi: 72496
Iscritto il: 20/06/2002, 2:00

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20366 Messaggio da Drogato_ di_porno »

estdipendente ha scritto:
31/05/2024, 19:16
e’ vero. sarebbe ora di iniziare a occuparsene
n'artra guerra dell'oppio stavolta col fentanyl
sono un analfabeta funzionante

Avatar utente
texdionis
Veterano dell'impulso
Veterano dell'impulso
Messaggi: 2639
Iscritto il: 02/05/2001, 2:00

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20367 Messaggio da texdionis »

Floppy Disk ha scritto:
30/05/2024, 22:25

Su Israele ho grossi dubbi. Kiev, contrariamente a Tel Aviv, non ha il potenziale nucleare per desertificare mezzo mondo, avendolo ceduto ai russi negli anni Novanta in cambio della promessa che i suoi confini non sarebbero stati violati. E guarda come sono stati ricompensati: la Storia andrebbe citata tutta e non solo quando ci fa comodo. Ma tanto è tutto colpa del libbbberalismo, giusto?

https://it.wikipedia.org/wiki/Memorandum_di_Budapest
Oh, il memorandum :roll:

Consiglio allora di leggere fonti più informate rispetto alla pappetta preconfezionata che si trova su Wikipedia (una fonte di informazione ormai ampiamente riveduta e corretta quando si tratta di politica internazionale), per esempio su una piattaforma come Quora trovo molto interessante un autore come Carlo Coppola che vive e lavora a stretto contatto con la realtà russo-ucraina.
Ecco cosa scriveva in proposito già poco dopo l'intervento russo in Ucraina:

Il Memorandum di Budapest che è appunto un memorandum e non un Trattato Internazionale, era stato convenuto sulla base di trattative ucraino-russe precedenti.

Dal 1991 fino al 1994 le controversie territoriali in ordine ai confini russi ed ucraini, la Crimea, la base di Sebastopoli, le testate nucleari presenti in Ucraina, si erano succedute intensissime e con momenti critici al limite del conflitto.

Da notare che le testate nucleari in Ucraina erano di proprietà russa, i codici di lancio erano sempre stati a Mosca, la Federazione russa si assumeva per intero l'eredità dell'Unione Sovietica, prendendo posto al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, e PAGANDO L'INTERO DEBITO PUBBLICO SOVIETICO, anche la parte che sarebbe stata a carico degli stati che si dichiararono indipendenti dalla Russia, Ucraina compresa. La Russia ha finito di pagare questo enorme debito nel 2017, dopo 25 anni.

Gli accordi bilaterali fra Ucraina e Russia dopo lunghe trattative e al di là del memorandum di Budapest, prevedevano una sostanziale neutralità dell'Ucraina, l'uso russo delle basi in Crimea sotto forma di un contratto di affitto a lungo termine da rinnovare (fino al 2040), la dismissione dell'arsenale nucleare dislocato in Ucraina che fu smaltito e distrutto nell'ambito dell'accordo USA-Russia per la riduzione dell'armamento nucleare e un'integrazione delle minoranze russe in Ucraina attraverso delle apposite norme. Si creò all'uopo in Ucraina il "Partito delle Regioni", che a partire dalla presidenza di Leonid Kučma, garantì un certo equilibrio fra le regioni ucraine dell'ovest, fortemente nazionaliste, e quelle dell'est filo-russe e socialiste.

L'Ucraina avrebbe poi usufruito del gas russo ad un prezzo politico uguale a circa il 25% del prezzo di mercato.

Una situazione di equilibrio, alquanto critico in verità, ma che ha garantito in qualche modo una certa stabilità del Paese per un decennio circa.

L'Ucraina contravviene ai propri impegni con la Russia in vario modo: nel 2004 con la cosiddetta "rivoluzione arancione", una delle tante "primavere colorate" sovvenzionate dagli USA per sovvertire la status di molti stati ritenuti non sufficientemente "amici" degli americani.


Gli accordi ucraino-russi si incrinano ulteriormente in seguito agli enormi ritardi ucraini nel pagamento del forniture russe di gas, nonostante il prezzo estremamente favorevole praticato dai russi, sfociate poi in un arbritaggio internazionale ancora aperto del valore di 30–50 miliardi di euro a secondo del conteggio ucraino e di quello russo. Una cifra enorme che l'Ucraina deve alla Russia e che non vuole pagare, perlomeno per intero.

Gli accordi vengono infranti ancora una volta nel 2014 con il colpo di stato operato dalla fazione nazionalista in Ucraina ai danno del Presidente Janukovich, esponente del partito filo-russo. L'Ucraina cambia radicalmente politica causando forti controversie interne e scontri fra opposte fazioni che sfoceranno nella strage di Odessa operata da filo-nazionalisti ai danni di manifestanti filo-russi che causerà 47 vittime. Nella decisione della Crimea di staccarsi e di usare il diritto stabilito dalla propria costituzione (non da quella ucraina) all'autodeterminazione (ricordiamo che la Crimea era una repubblica autonoma già prima del 2014), e agli scontri nel Donbass con gli esiti che sappiamo fino alla dichiarazione di indipendenza degli abitanti delle province di Donetsk e Lugansk.

Appellarsi al memorandum di Bucarest è quindi perlomeno superficiale, al di là della nulla valenza giuridica di un memorandum (un memorandum rammento non è un documento vincolante, in sostanza ci si mette d'accordo su certe cose rimandando al futuro i trattati per poi realizzarli se e quando le condizioni fossero rispettate).

La vicenda russo-ucraina ha radici profonde e complesse, nessun singolo episodio può spiegare completamente una situazione che si poggiava su un fragile compromesso volutamente distrutto ad un certo punto della sua storia dalla governance ucraina stessa.

Sono state fatte delle scelte politiche che si era promesso di non fare e siamo arrivati a questo punto……

Ragioni? Torti? Ognuna delle due parti potrebbe elencarne probabilmente. E' il fallimento della diplomazia. e la guerra non è mai una soluzione ma questa è la storia del mondo.

L'Europa avrebbe potuto fare qualcosa?

Ovviamente si.

Non ha voluto o potuto farlo e ha certamente sottovalutato il problema.

Gli USA? Non sono certo dei pacieri. E trattandosi del nemico storico poi non si sono certamente stracciate le vesti e hanno anzi generosamente foraggiato (5 miliardi di dollari ammise la Nuland) la destabilizzazione dell'Ucraina. Questa situazione gli porta, peraltro, indubbi vantaggi. Stanno usando il più povero Paese d'Europa come carne da cannone nel tentativo di dissanguare la Russia ed estrometterla dal tavolo dei grandi del mondo dove stava prepotentemente ritornando. Questo il succo di tutto.

Cercare di capire la situazione odierna partendo dal 23 febbraio scorso è come cercare di capire una funzione derivata senza avere nozione di addizioni e sottrazioni.


https://qr.ae/psSgWV

Avatar utente
Drogato_ di_porno
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Messaggi: 72496
Iscritto il: 20/06/2002, 2:00

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20368 Messaggio da Drogato_ di_porno »

dobbiamo lanciare attacco preventivo prima che sia troppo tardi
IL MONDO VA A FUOCO E XI FESTEGGIA – IL PRESIDENTE CINESE RIUNISCE A PECHINO I LEADER DEI PAESI ARABI E, OLTRE A TESSERE LA TELA DEGLI AFFARI (PETROLIO E GAS), PROPONE UNA CONFERENZA DI PACE INTERNAZIONALE PER GAZA E LA PIENA ADESIONE DELLA PALESTINA ALLE NAZIONI UNITE – UNA MOSSA PER COLTIVARE PARTNERSHIP ALTERNATIVE A QUELLA CON LA RUSSIA – DAL MEDIO ORIENTE ALL'UCRAINA FINO AD AFRICA E SUD AMERICA, IL DRAGONE ESPANDE LA SUA INFLUENZA A DISCAPITO DELL'AMERICA

https://www.dagospia.com/rubrica-3/poli ... 396837.htm
sono un analfabeta funzionante

Avatar utente
Floppy Disk
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Messaggi: 5613
Iscritto il: 17/11/2020, 14:16
Località: Windows XP

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20369 Messaggio da Floppy Disk »

texdionis ha scritto:
31/05/2024, 20:41
Floppy Disk ha scritto:
30/05/2024, 22:25

Su Israele ho grossi dubbi. Kiev, contrariamente a Tel Aviv, non ha il potenziale nucleare per desertificare mezzo mondo, avendolo ceduto ai russi negli anni Novanta in cambio della promessa che i suoi confini non sarebbero stati violati. E guarda come sono stati ricompensati: la Storia andrebbe citata tutta e non solo quando ci fa comodo. Ma tanto è tutto colpa del libbbberalismo, giusto?

https://it.wikipedia.org/wiki/Memorandum_di_Budapest
Oh, il memorandum :roll:
[Scopri]Spoiler
Consiglio allora di leggere fonti più informate rispetto alla pappetta preconfezionata che si trova su Wikipedia (una fonte di informazione ormai ampiamente riveduta e corretta quando si tratta di politica internazionale), per esempio su una piattaforma come Quora trovo molto interessante un autore come Carlo Coppola che vive e lavora a stretto contatto con la realtà russo-ucraina.
Ecco cosa scriveva in proposito già poco dopo l'intervento russo in Ucraina:

Il Memorandum di Budapest che è appunto un memorandum e non un Trattato Internazionale, era stato convenuto sulla base di trattative ucraino-russe precedenti.

Dal 1991 fino al 1994 le controversie territoriali in ordine ai confini russi ed ucraini, la Crimea, la base di Sebastopoli, le testate nucleari presenti in Ucraina, si erano succedute intensissime e con momenti critici al limite del conflitto.

Da notare che le testate nucleari in Ucraina erano di proprietà russa, i codici di lancio erano sempre stati a Mosca, la Federazione russa si assumeva per intero l'eredità dell'Unione Sovietica, prendendo posto al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, e PAGANDO L'INTERO DEBITO PUBBLICO SOVIETICO, anche la parte che sarebbe stata a carico degli stati che si dichiararono indipendenti dalla Russia, Ucraina compresa. La Russia ha finito di pagare questo enorme debito nel 2017, dopo 25 anni.

Gli accordi bilaterali fra Ucraina e Russia dopo lunghe trattative e al di là del memorandum di Budapest, prevedevano una sostanziale neutralità dell'Ucraina, l'uso russo delle basi in Crimea sotto forma di un contratto di affitto a lungo termine da rinnovare (fino al 2040), la dismissione dell'arsenale nucleare dislocato in Ucraina che fu smaltito e distrutto nell'ambito dell'accordo USA-Russia per la riduzione dell'armamento nucleare e un'integrazione delle minoranze russe in Ucraina attraverso delle apposite norme. Si creò all'uopo in Ucraina il "Partito delle Regioni", che a partire dalla presidenza di Leonid Kučma, garantì un certo equilibrio fra le regioni ucraine dell'ovest, fortemente nazionaliste, e quelle dell'est filo-russe e socialiste.

L'Ucraina avrebbe poi usufruito del gas russo ad un prezzo politico uguale a circa il 25% del prezzo di mercato.

Una situazione di equilibrio, alquanto critico in verità, ma che ha garantito in qualche modo una certa stabilità del Paese per un decennio circa.

L'Ucraina contravviene ai propri impegni con la Russia in vario modo: nel 2004 con la cosiddetta "rivoluzione arancione", una delle tante "primavere colorate" sovvenzionate dagli USA per sovvertire la status di molti stati ritenuti non sufficientemente "amici" degli americani.


Gli accordi ucraino-russi si incrinano ulteriormente in seguito agli enormi ritardi ucraini nel pagamento del forniture russe di gas, nonostante il prezzo estremamente favorevole praticato dai russi, sfociate poi in un arbritaggio internazionale ancora aperto del valore di 30–50 miliardi di euro a secondo del conteggio ucraino e di quello russo. Una cifra enorme che l'Ucraina deve alla Russia e che non vuole pagare, perlomeno per intero.

Gli accordi vengono infranti ancora una volta nel 2014 con il colpo di stato operato dalla fazione nazionalista in Ucraina ai danno del Presidente Janukovich, esponente del partito filo-russo. L'Ucraina cambia radicalmente politica causando forti controversie interne e scontri fra opposte fazioni che sfoceranno nella strage di Odessa operata da filo-nazionalisti ai danni di manifestanti filo-russi che causerà 47 vittime. Nella decisione della Crimea di staccarsi e di usare il diritto stabilito dalla propria costituzione (non da quella ucraina) all'autodeterminazione (ricordiamo che la Crimea era una repubblica autonoma già prima del 2014), e agli scontri nel Donbass con gli esiti che sappiamo fino alla dichiarazione di indipendenza degli abitanti delle province di Donetsk e Lugansk.

Appellarsi al memorandum di Bucarest è quindi perlomeno superficiale, al di là della nulla valenza giuridica di un memorandum (un memorandum rammento non è un documento vincolante, in sostanza ci si mette d'accordo su certe cose rimandando al futuro i trattati per poi realizzarli se e quando le condizioni fossero rispettate).

La vicenda russo-ucraina ha radici profonde e complesse, nessun singolo episodio può spiegare completamente una situazione che si poggiava su un fragile compromesso volutamente distrutto ad un certo punto della sua storia dalla governance ucraina stessa.

Sono state fatte delle scelte politiche che si era promesso di non fare e siamo arrivati a questo punto……

Ragioni? Torti? Ognuna delle due parti potrebbe elencarne probabilmente. E' il fallimento della diplomazia. e la guerra non è mai una soluzione ma questa è la storia del mondo.

L'Europa avrebbe potuto fare qualcosa?

Ovviamente si.

Non ha voluto o potuto farlo e ha certamente sottovalutato il problema.

Gli USA? Non sono certo dei pacieri. E trattandosi del nemico storico poi non si sono certamente stracciate le vesti e hanno anzi generosamente foraggiato (5 miliardi di dollari ammise la Nuland) la destabilizzazione dell'Ucraina. Questa situazione gli porta, peraltro, indubbi vantaggi. Stanno usando il più povero Paese d'Europa come carne da cannone nel tentativo di dissanguare la Russia ed estrometterla dal tavolo dei grandi del mondo dove stava prepotentemente ritornando. Questo il succo di tutto.

Cercare di capire la situazione odierna partendo dal 23 febbraio scorso è come cercare di capire una funzione derivata senza avere nozione di addizioni e sottrazioni.


https://qr.ae/psSgWV
Sì, hai ragione.
I'm a humanist. Maybe the last humanist.

In the long run we are all dead.

Avatar utente
cicciuzzo
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Messaggi: 53331
Iscritto il: 25/03/2007, 11:24
Località: Milano

Re: [OT] Signore e signori: la guerra.

#20370 Messaggio da cicciuzzo »

Beh, in effetti è difficile dare torto a meno che non si sia capicurva
Il sentimento più sincero rimane sempre l'erezione

Rispondi

Torna a “Ifix Tcen Tcen”