Oggi è sab mag 27, 2017 9:08 am

Contatta l'amministratore

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1547 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 100, 101, 102, 103, 104  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: ven apr 07, 2017 2:37 am 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2001, 1:00
Messaggi: 12402
Sesso: Maschio
Dice il Saggio:"Malocchino se massggio vuoi fale,il vetlo a pugni non sfondale"

PONTEDERA. Prima ha quasi costretto un pensionato che era su una panchina ai giardinetti dietro la Coop ad accendergli uno spinello. Poi - «era ubriaco fino al midollo», dicono i cittadini infuriati per la situazione - ha cominciato a dare in escandescenze. Lo aveva già fatto anche con gli agenti della Municipale e i due militari dell’Esercito che nel pomeriggio erano passati per i controlli. Ma appena sono andati via la situazione è diventata esplosiva. Il giovane straniero voleva entrare nel centro massaggi gestito da cinesi e aperto in un fondo di proprietà di un’italiana. Le ragazze del centro si sono spaventate e hanno chiuso la porta. Ma lui non ha sentito ragioni. Mentre urlava ha tirato un pugno contro la porta a vetri.

Doveva essere, secondo lui, un modo per aprirla. Il vetro è esploso per l’urto e la mano del marocchino si è tagliata. Sangue sul pavimento e cittadini che gridano intorno è stata la scena successiva. Con le mani premute sulla tastiera di tanti cellulari per chiedere l’intervento dei carabinieri. «Noi di questa situazione, dovete scriverlo, non ne possiamo più», dicono i cittadini che hanno chiamato in redazione segnalando l’ennesimo episodio di violenza e danneggiamenti.

Un centinaio di famiglie, loro malgrado, si trovano ostaggio dei bivacchi e di persone che non hanno un lavoro e trascorrono la giornata nel giardino dietro la Coop che è poi un’area condominiale. Così uno esce di casa e deve stare attento a chi incontra davanti a casa. I residenti li chiamano i “Giardini dell’Eden”, un po’ per provocazione, come raccontano, un po’ perché c’è di tutto: dallo spaccio alla prostituzione. «C’è veramente da avere paura - dice Paolo Minuti - l’altra sera sono stato a una riunione del Pd, ma quando sono tornato a casa avevo paura, non mi vergogno a dirlo. Il marocchino che poi ha fatto tutta questa confusione si era fatto accendere uno spinello due minuti prima da un pensionato che era ai giardinetti».

Anche Giulia, giovane studentessa, racconta di avere scritto al sindaco per segnalare una situazione che si trascina da troppo tempo. «Tutti si preoccupano di affittare i fondi della galleria commerciale della Coop - dice Carla Pollastrelli - e nessuno pensa alle famiglie che abitano nel condominio Mtr. Quella che vedete è la situazione: ci sono diverse bande che spacciano, non mancano neppure i bivacchi degli ubriachi».
«È già la seconda volta che rompono la porta del centro massaggi», protesta la titolare del fondo affittato ai cinesi. Gli inquilini del condominio si dicono esasperati. Appena è arrivata

la pattuglia dei carabinieri alcuni dei residenti sono andati incontro ai militari. «Dovete intervenire in maniera decisa, non possiamo restare in queste condizioni. Proprio oggi c’era stato un controllo anche con l’Esercito. Ma la situazione resta pesante».(s.c.)

_________________
MAKE SHIT GREAT AGAIN

Baalkaan hai la machina targata Sassari?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: gio apr 20, 2017 11:15 pm 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2001, 1:00
Messaggi: 12402
Sesso: Maschio
Gluppo Intelfolze


Treviglio, carabinieri nei centri massaggi cinesi: sanzione e sospensione in arrivo


Nel pomeriggio di giovedì 20 aprile i Carabinieri della Compagnia di Treviglio insieme al “gruppo interforze” (Polizia Locale di Treviglio, NAS CC di Brescia e Ispettorato del Lavoro di Bergamo) hanno eseguito delle ispezioni amministrative ad alcuni centri massaggi cittadini gestiti da cinesi per verificare così il rispetto della normativa che regola tale particolare settore commerciale.

In un centro massaggi, in particolare, sono state riscontrate delle violazioni oggetto di sanzionamento da parte dei militari dell’Arma e degli altri organismi di vigilanza intervenuti. All’interno di tale attività è stata individuata una massaggiatrice cinese “abusiva”, in quanto non munita della relativa certificazione di abilitazione, in possesso invece del titolare/direttore tecnico, assente però quest’ultimo all’atto del controllo.


La stessa, nello specifico, all’atto del blitz, stava operando nei confronti di un cliente.


Contestata così la violazione amministrativa contemplata dal Regolamento comunale in relazione alla Legge Regionale di riferimento, per un importo di alcune centinaia di euro. Contestata altresì la sanzione riguardante la posizione lavorativa irregolare della massaggiatrice cinese rintracciata, probabilmente già recidiva.


Nei prossimi giorni, verrà avviato altresì nei confronti del centro massaggi cinese ispezionato un procedimento di sospensione/revoca della SCIA in conseguenza del controllo interforze eseguito.

_________________
MAKE SHIT GREAT AGAIN

Baalkaan hai la machina targata Sassari?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: dom apr 23, 2017 3:15 am 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2001, 1:00
Messaggi: 12402
Sesso: Maschio
Caldielo

Carabinieri di Colognola ai Colli hanno concluso un’operazione di contrasto allo sfruttamento della prostituzione con il sequestro preventivo di un centro benessere a Caldiero.

Il centro, gestito da una 40enne di origine cinese già nota alle forze dell’ordine, era stato di fatto trasformato in una sorta di casa per appuntamenti.

Ai clienti, infatti, le due dipendenti, anch’esse cinesi, proponevano, oltre ai consueti massaggi, anche prestazioni sessuali “extra”, con tanto di tariffario.


I Carabinieri hanno quindi riscontrato le informazioni acquisite nei giorni precedenti attraverso dei servizi di osservazione, presentandosi al centro benessere come normali clienti ed anche a loro le dipendenti hanno rivolto esplicitamente le proposte a sfondo sessuale.

I militari hanno così perquisito e sequestrato l’immobile, denunciando in stato di libertà la proprietaria dell’attività per sfruttamento della prostituzione.

Nei confronti delle due dipendenti è stata inoltre avviata la procedura per l’emissione foglio di via obbligatorio dal Comune di Caldiero.
P.S.
Pule bicicletta è sospetta
Immagine

_________________
MAKE SHIT GREAT AGAIN

Baalkaan hai la machina targata Sassari?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: sab apr 29, 2017 12:39 am 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2001, 1:00
Messaggi: 12402
Sesso: Maschio
Ingegnele violentale e lapinale la massaggiatlice non stale bene
Capannoli

Tenta di violentare e rapina massaggiatrice: preso
Venerdì, 28 Aprile 2017
Un perfetto insospettabile, ingegnere 32enne, residente a Capannori: è lui, secondo la polizia, il rapinatore che ieri sera (27 aprile) è entrato in un centro massaggi cinese, su viale Castracani, minacciando e picchiando la titolare per costringerla ad avere un rapporto sessuale e allontanandosi poi con il suo smartphone. Ora è in manette con l'accusa di rapina aggravata e tentata violenza sessuale. Domani si terrà l'udienza di convalida.
I fatti. Tutto è accaduto intorno alle 19 quando l’uomo è entrato nel centro massaggi (ed estetico) come cliente, per la prima volta. Il 32enne, una volta entrato, ha prima richiesto un massaggio tradizionale, ma poi si è spinto oltre. Iniziando a prendere dalla titolare un rapporto sessuale. La donna si è rifiutata ma il malvivente l'ha colpita con un punteruolo, spedendola all'ospedale con ferite giudicate guaribili in 21 giorni
La donna, al momento dell'aggressione, si trovava dietro al bancone: è stata raggiunta dal malvivente che dopo aver colpita al volto le ha sottratto l'Iphone, forse per evitare che contattasse i soccorsi e all’uscita ha minacciato due persone che hanno tentato di bloccarlo puntando contro di loro una pistola. Secondo il racconto dei testimoni l’arma non aveva il tappo rosso, ma questo non basta per confermare che si trattasse di una pistola vera: l’uomo se ne è disfatto (così come del punteruolo) e, ad ogni modo, non risulta che sia titolare di un porto d’armi.
La polizia, nel frattempo allertata, è riuscita ad intercettarlo e lo ha pedinato fino a casa. Si è rivelata decisiva la targa dell'auto presa da alcuni testimoni che è stata individuata dalla municipale. Nel giro di mezz’ora, gli uomini della squadra volante e della squadra mobile gli sono piombati a casa. Lungo il tragitto l’indagato ha anche gettato l’Iphone, ritrovato poi da alcuni passanti e restituito alla donna. L’uomo, arrestato, ha negato tutti gli addebiti. Le indagini sulla rapina sono comunque ancora in corso, perché gli inquirenti intendono chiarire il movente.

_________________
MAKE SHIT GREAT AGAIN

Baalkaan hai la machina targata Sassari?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: sab apr 29, 2017 1:06 am 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 21/04/2005, 22:46
Messaggi: 17126
Località: Sticazzi.
Sesso: Maschio
dostum ha scritto:
Dice il Saggio:"Malocchino se massggio vuoi fale,il vetlo a pugni non sfondale"

PONTEDERA. Prima ha quasi costretto un pensionato che era su una panchina ai giardinetti dietro la Coop ad accendergli uno spinello. Poi - «era ubriaco fino al midollo», dicono i cittadini infuriati per la situazione - ha cominciato a dare in escandescenze. Lo aveva già fatto anche con gli agenti della Municipale e i due militari dell’Esercito che nel pomeriggio erano passati per i controlli. Ma appena sono andati via la situazione è diventata esplosiva. Il giovane straniero voleva entrare nel centro massaggi gestito da cinesi e aperto in un fondo di proprietà di un’italiana. Le ragazze del centro si sono spaventate e hanno chiuso la porta. Ma lui non ha sentito ragioni. Mentre urlava ha tirato un pugno contro la porta a vetri.

Doveva essere, secondo lui, un modo per aprirla. Il vetro è esploso per l’urto e la mano del marocchino si è tagliata. Sangue sul pavimento e cittadini che gridano intorno è stata la scena successiva. Con le mani premute sulla tastiera di tanti cellulari per chiedere l’intervento dei carabinieri. «Noi di questa situazione, dovete scriverlo, non ne possiamo più», dicono i cittadini che hanno chiamato in redazione segnalando l’ennesimo episodio di violenza e danneggiamenti.

Un centinaio di famiglie, loro malgrado, si trovano ostaggio dei bivacchi e di persone che non hanno un lavoro e trascorrono la giornata nel giardino dietro la Coop che è poi un’area condominiale. Così uno esce di casa e deve stare attento a chi incontra davanti a casa. I residenti li chiamano i “Giardini dell’Eden”, un po’ per provocazione, come raccontano, un po’ perché c’è di tutto: dallo spaccio alla prostituzione. «C’è veramente da avere paura - dice Paolo Minuti - l’altra sera sono stato a una riunione del Pd, ma quando sono tornato a casa avevo paura, non mi vergogno a dirlo. Il marocchino che poi ha fatto tutta questa confusione si era fatto accendere uno spinello due minuti prima da un pensionato che era ai giardinetti».

Anche Giulia, giovane studentessa, racconta di avere scritto al sindaco per segnalare una situazione che si trascina da troppo tempo. «Tutti si preoccupano di affittare i fondi della galleria commerciale della Coop - dice Carla Pollastrelli - e nessuno pensa alle famiglie che abitano nel condominio Mtr. Quella che vedete è la situazione: ci sono diverse bande che spacciano, non mancano neppure i bivacchi degli ubriachi».
«È già la seconda volta che rompono la porta del centro massaggi», protesta la titolare del fondo affittato ai cinesi. Gli inquilini del condominio si dicono esasperati. Appena è arrivata

la pattuglia dei carabinieri alcuni dei residenti sono andati incontro ai militari. «Dovete intervenire in maniera decisa, non possiamo restare in queste condizioni. Proprio oggi c’era stato un controllo anche con l’Esercito. Ma la situazione resta pesante».(s.c.)


questa cosa di farsi accendere la canna dal pensionato gli ha proprio turbati vedo :lol:

_________________
Qui habet, dabitur ei.
Stikazzi
Sono uno dei migliori e non ci posso fare nienteeeee!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: sab apr 29, 2017 1:40 pm 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2001, 1:00
Messaggi: 12402
Sesso: Maschio
Costabissala



erano massaggi si ma di un certo tipo..
Giovedì 27 aprile si è conclusa un’importante indagine condotta dai Carabinieri della Tenenza di Dueville, coordinata dal Sostituto Procuratore dott.ssa Brunino, che ha avuto come obiettivo il contrasto dello sfruttamento del lavoro “in nero” e quello della prostituzione.
L’attività si è svolta a Motta di Costabissara, in un centro massaggi denominato “Fiori d’Oriente”, e ha coinvolto, per circa un mese, i Carabinieri della Tenenza di Dueville, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Ispettorato del lavoro di Vicenza e quelli del N.A.S. di Padova, e ha portato al sequestro dell’esercizio, all’arresto della “responsabile”, una cittadina cinese classe ’86, domiciliata in Vicenza, al rinvenimento e conseguente sequestro di 13.000 euro in contanti, quale provento dell’attività di prostituzione che avveniva all’interno, all’elevazione di sanzioni amministrative per complessivi euro 9.000 circa.
All’interno del Centro Massaggi, che è stato accertato avere un giro di clienti intorno alle 400 persone che garantivano circa 20.000 euro di guadagno mensile, esercitavano la prostituzione almeno 2 cittadine cinesi, presenti al momento dell’accesso dei militari, in condizioni sanitarie decisamente precarie.
L’arresto della “responsabile” del Centro Massaggi, che in questo caso NON si identifica nel “titolare” dell’attività, è stato reso possibile dall’applicazione dell’art. 603 bis C.P. , come novellato dalla normativa di contrasto al c.d. “caporalato”: nel caso di specie siamo di fronte alla prima applicazione di questo articolo in riferimento all’attività dei centri massaggi.

Immagine

_________________
MAKE SHIT GREAT AGAIN

Baalkaan hai la machina targata Sassari?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: gio mag 04, 2017 2:55 pm 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2001, 1:00
Messaggi: 12402
Sesso: Maschio
IMHO ellole concettuale pel lagazze selvono massaggiatoli maschi

https://www.gqitalia.it/ragazze/eros/20 ... se-cina-2/
Immagine

_________________
MAKE SHIT GREAT AGAIN

Baalkaan hai la machina targata Sassari?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: sab mag 06, 2017 12:19 am 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2001, 1:00
Messaggi: 12402
Sesso: Maschio
Filenze

Firenze, Gdf scopre un centro massaggi a luci rosse: arrestato un cinese

Ennesimo centro massaggi clandestino gestito da un 23enne cinese scoperto e chiuso a Firenze: ora, che la città accolga da molto tempo ormai la più popolosa delle comunità orientali non è una novità. Che poi, questi immigrati, gestiscano un gran numero di attività illecità mimetizzate in centri estetici, è altrettanto noto. E allora, al lungo elenco di sequestri e fermi, si aggiungono oggi anche quelli effettuati nelle ultime ore in città.

Firenze, sequestrato centro messaggi a luci rosse

L’ennesimo centro di massaggi a luci rosse scoperto a Firenze e che ha giustificato l’arresto di un cittadino cinese e il sequesto dei locali dell’attività di sfruttamento della prostituzione minorile. I finanzieri del Gruppo di Firenze hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e di sequestro preventivo emessa dal giudice delle indagini preliminari presso il Tribunale cittadino, Matteo Zanobini, su richiesta della locale Procura della Repubblica, diretta dal procuratore capo Giuseppe Creazzo, nei confronti di un giovane cittadino di origine cinese, 23enne, gestore di un centro massaggi in via Pratese. Dagli approfondimenti d’indagine eseguiti, compresi quelli di natura economico-finanziaria, è emerso infatti che il centro massaggi era stato di fatto un luogo dove la clientela rischiedeva e poteva ottenere prestazioni sessuali.

Le inquietanti acquisizioni dell’indagine

L’attività di servizio era scaturita dagli esiti di alcuni controlli tributari eseguiti dalle Fiamme Gialle per verificare la regolarità dell’emissione di scontrini e ricevute fiscali nonché il rispetto della normativa in materia di lavoro nei confronti, tra gli altri, di diverse attività di centri massaggi gestite da cittadini cinesi. Durante uno di questi controlli, all’interno di uno dei locali ispezionati, sono state però identificate 3 donne cinesi di cui una minorenne, trovate in abiti intimi succinti. A seguito di più approfondite ricerche, quindi, sono stati rinvenuti anche altri elementi (anti-contraccettivi, pillole del giorno dopo, ricevute di pagamento delle inserzioni su vari siti internet relative alla stessa attività) tra cui un tablet contenente le conversazioni via chat con i molteplici clienti del centro, con tanto di relativo tariffario delle prestazioni. Le attività investigative, svolte sia nelle immediatezze del controllo che nei giorni successivi, sotto il coordinamento del pm Vito Bertoni, hanno quindi consentito di ricostruire la sistematica attività di sfruttamento della prostituzione, anche minorile, organizzata professionalmente dal giovane cinese, il quale gestiva il lavoro delle ragazze, impiegate anche 12 o 13 ore al giorno, trattenendo la metà dei compensi ricevuti dai clienti.


Ambiente MOLTO MOLTO MOLTO SOSPETTO
Immagine

_________________
MAKE SHIT GREAT AGAIN

Baalkaan hai la machina targata Sassari?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: lun mag 08, 2017 1:47 pm 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2001, 1:00
Messaggi: 12402
Sesso: Maschio
Via Apollodolo



Chiuso centro massaggi cinese, la denuncia del nostro giornale

CIVITAVECCHIA – I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno sequestrato nella giornata di ieri un centro massaggi in via Apollodoro. A far scattare i sigilli, e la contestuale denuncia di due gestori cinesi, le indagini condotte dalla locale Procura della Repubblica secondo cui, come ormai diffuso in simili centri, all’interno della struttura si svolgeva una attività di prostituzione camuffata dai servizi di massaggeria.
Era stato proprio il nostro giornale, più di un anno fa, nell’ambito di una inchiesta sul dilagare della prostituzione in città e nel territorio, a segnalare l’attività di meretricio che sembrava svolgersi all’interno del locale di via Apollodoro, suffragato da una indagine condotta dalla nostra redazione, e sollecitando Forze dell’Ordine e Procura ad indagare. (vedi l’articolo in questione: http://www.centumcellae.it/primopiano/l ... tavecchia/ ). Ieri, dunque, il sequestro del centro e l’indagine a carico dei due gestori cinesi che potrebbero essere accusati ora di sfruttamento della prostituzione.

_________________
MAKE SHIT GREAT AGAIN

Baalkaan hai la machina targata Sassari?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: mer mag 10, 2017 11:52 pm 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2001, 1:00
Messaggi: 12402
Sesso: Maschio
Monteglappa tu sei la mia patlia


Denunciata la titolare cinese di un locale del centro di Prato: la polizia trova un'agenda con le prestazioni sessuali e i prezzi, da 50 a 100 euro
Massaggi cinesi: in qualche caso nascondono la prostituzione

PRATO. La titolare cinese di un centro massaggi, il Centro massaggi Viola, con sede in viale Montegrappa è stata denunciata dalla polizia con l'accusa di favoreggiamento della prostituzione perché l'attività, secondo la squadra mobile, era in realtà uno schermo per rapporti sessuali a pagamento. Il controllo nel locale è stato eseguito lunedì 8 maggio e i risultati, spiega una nota della Questura, sono stati inequivocabili. All'interno, oltre alla titolare, sono state identificate due donne cinesi di 37 e 40 anni in abiti succinti, sono stati trovati numerosi profilattici e soprattutto un'agenda con appunti riconducibili a prestazioni sessuali e alle relative tariffe. La titolare, una donna di 42 anni, è stata dunque denunciata, mentre una delle sue due dipendenti è stata segnalata alla Prefettura come consumatrice di
stupefacenti perché è stata trovata in possesso di una dose di chetamina.

La polizia ha poi spiegato che il "menù" dei servizi offerti ai clienti, in italiano e cinese, non lasciava spazio a possibili equivoci. Nell'elenco ci sono tre tipi di massaggio con prezzi da 50 a 100 euro.

_________________
MAKE SHIT GREAT AGAIN

Baalkaan hai la machina targata Sassari?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: dom mag 14, 2017 1:34 pm 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2001, 1:00
Messaggi: 12402
Sesso: Maschio
Peschiela
italiani cledele favole come Lenzi con venti euli non ti puoi tlombale flegne così


Faceva prostituire
tre connazionali
In cella una donna

Arrestata dai carabinieri di Peschiera una donna cinese di 45 anni accusata di essere la titolare di una casa di appuntamenti in pieno centro a Valeggio, dove si prostituivano tre connazionali. La loro «capa» è finita in carcere con l'accusa di sfruttamento della prostituzione.

A segnalare ai militari il traffico sospetto sono stati alcuni residenti: uomini di ogni età arrivavano a decine al giorno. Ma, è emerso, in molti se ne andavano insoddisfatti: le tre non apparivano come era pubblicizzato sul web.
Immagine

_________________
MAKE SHIT GREAT AGAIN

Baalkaan hai la machina targata Sassari?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: dom mag 14, 2017 5:40 pm 
Non connesso
Primi impulsi
Primi impulsi
Avatar utente

Iscritto il: 01/04/2017, 15:33
Messaggi: 3
Sesso: Maschio
Di buono le cinesi è che ce l'hanno stretta e quindi anche con un cazzo normale ti senti rocco siffredi
però urlicchiano sempre quando le chiavi e non è piacevole
ci sono stato tre volte e basta


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: mar mag 16, 2017 12:32 am 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2001, 1:00
Messaggi: 12402
Sesso: Maschio
Cinesi diabolici ma non ingannale gli Shellock Holmes italici
ovvelo felmate a felmo



Porto S. Elpidio, poliziotto si finge cliente del centro benessere e scopre casa del sesso


L'agente in borghese si è visto aprire la porta da una giovane cinese in abiti succinti

Porto Sant'Elpidio (Fermo), 15 maggio 2017 - Si fingevano impiegate di un centro benessere e invece erano ragazze “in servizio” in una casa a luci rosse. La polizia, visionando un sito internet, ha verificato la presenza di una inserzione riguardante un centro benessere-massaggi. Contattata l’utenza, l’agente al telefono è entrato in comunicazione con una voce femminile, con accento “cinese”, che lo invitava a raggiungerla a Porto Sant’Elpidio, indicando nell’occasione l’ubicazione esatta del centro benessere.

Una volta sul posto al poliziotto in borghese è stata aperta la porta da una giovane cinese che, vestita succintamente, ha invitato l’agente a seguirla in camera e quindi a denudarsi. Il poliziotto, rimasto comunque vestito, ha chiesto quindi il tipo di prestazioni effettuate e il relativo prezzo. La giovane cinese gesticolando in modo inequivocabile ha fatto capire che per 20 euro l’avrebbe masturbato. A tal punto l’agente si è qualificato e ha fatto entrare all’interno del centro benessere un collega. La donna è stata identificata ed insieme a lei, in un’altra stanza del centro benessere è stata identificata un’altra “collega” connazionale. In compagnia della donna è stato trovato un uomo della provincia di Ancona.

Durante i controlli lungo la costa, la polizia ha scoperto altre tre case d’appuntamento.
Immagine

_________________
MAKE SHIT GREAT AGAIN

Baalkaan hai la machina targata Sassari?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: mar mag 16, 2017 1:29 pm 
Non connesso
Veterano dell'impulso
Veterano dell'impulso

Iscritto il: 13/02/2008, 12:53
Messaggi: 3440
Sesso: Nessuno
Alternativo ha scritto:
Di buono le cinesi è che ce l'hanno stretta e quindi anche con un cazzo normale ti senti rocco siffredi
però urlicchiano sempre quando le chiavi e non è piacevole
ci sono stato tre volte e basta


finalmente una recensione vera!

ma qualcuno si è mai fatto una cinese vera - cioè non a pago - in italia?
ogni tanto qualcuna figa compare..

_________________
La verginità è un ottima cosa perché capisci meglio cosa è vero e cosa invece è falso.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: le prostitute cinesi-prima esperienza
MessaggioInviato: gio mag 18, 2017 3:41 pm 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 18/12/2001, 1:00
Messaggi: 12402
Sesso: Maschio
Codice Segleto

hot nella casa cinese a luci rosse: arrestata maitresse 55enne

La donna gestiva gli affari di una connazionale pubblicizzando l'attività sul web


Massaggi hot nella casa a luci rosse cinese, arresta maitresse di 55 anni.



Un codice segreto ed una telefonata per accedere, poi l'apertura della tanto ambita porta a luci rosse. Venivano pubblicizzate tramite internet le “prestazioni” di una casa di appuntamenti in via Ostiense, che ha attirato l'attenzione dei carabinieri per quell'insolito via vai di uomini. Individuato l'appartamento i militari sono così entrati con uno stratagemma, cogliendo sul fatto la “maitresse” che gestiva gli affari di una sua connazionale di 47 anni. L'appartamento, sottoposto a sequestro, era stato arredato come una vera e propria casa a luci rosse, con illuminazione soffusa e candele profumate in tutti gli ambienti. L'arrestata dovrà ora difendersi dall'accusa di sfruttamento della prostituzione
Immagine

_________________
MAKE SHIT GREAT AGAIN

Baalkaan hai la machina targata Sassari?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1547 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 100, 101, 102, 103, 104  Prossimo

Contatta l'amministratore

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: alesbini, Google [Bot], Jolly1971, Loris Batacchi, Mister Dick e 72 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010