Oggi è dom ott 21, 2018 11:08 pm

Contatta l'amministratore

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 40 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: ven ott 19, 2018 8:05 pm 
Non connesso
Veterano dell'impulso
Veterano dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 21/11/2016, 6:09
Messaggi: 2520
Località: piemonte
Sesso: Maschio


[Scopri] Spoiler:
Quando siamo giovani l'età non ha alcun significato

non gli ho mai dato un secondo pensiero

finché un giorno è arrivato questo vecchio

e questo è ciò che mi ha detto,

e questo è ciò che mi ha detto:

So cosa vuol dire essere giovani

ma tu, non sai cosa vuol dire essere vecchi

un giorno, dirai la stessa cosa

il tempo toglie e così la storia è raccontata

Ho rivolto tante domande

ai saggi che ho incontrato

non riuscivano a trovare tutte le risposte

e nessuno ne ha ancora.

Ci saranno giorni da ricordare

piena di risate e lacrime

dopo l'estate, arriva l'inverno e così corrono gli anni

Quindi amico mio...

dai facciamo musica assieme

farò il vecchio mentre tu canti il nuovo

nel momento in cui i vostri giovani giorni sono finiti

ci sarà qualcuno condividere il loro tempo con voi

So cosa vuol dire essere giovani

ma tu, non sai cosa vuol dire essere vecchi

Quindi amico mio...

dai facciamo musica assieme

farò il vecchio mentre tu canti il nuovo

farò il vecchio mentre tu canti il nuovo

nel momento in cui i vostri giovani giorni sono finiti

ci sarà qualcuno condividere il loro tempo con voi


Nel 1984, un anno prima di lasciare le sue ceneri in un'urna, il grande regista Orson Welles 69enne cantava questa canzone semplice eppure così profonda.
Non tutti abbiamo la fortuna (o la sfortuna) di arrivarci, qualcuno è già lì e vive la cosa nel suo modo personale.
Cosa ne pensate della vecchiaia, sia chi ci è arrivata, chi la vede lontana, chi la vede vicina, chi si sente vecchio dentro da sempre e chi pur essendo anagraficamente "un po' in là" si sente un eterno giovane?
Vi rattrista, vi disgusta, vi interessa, vi fa riflettere, che rapporto avete con questa stagione dell'esistenza, vedendola (o prevedendola) in voi e vedendola negli altri, negli uomini, nelle donne?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: ven ott 19, 2018 8:37 pm 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso

Iscritto il: 02/11/2015, 22:05
Messaggi: 8735
Sesso: Nessuno
La vedo ogni giorno sui corpi dei miei pazienti, qualcuno è più giovane di me , terrificante. Per ora mi posso ancora permettere di stare dall'altra parte 8)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: ven ott 19, 2018 8:59 pm 
Non connesso
Veterano dell'impulso
Veterano dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 21/11/2016, 6:09
Messaggi: 2520
Località: piemonte
Sesso: Maschio
ho spesso avuto sprazzi di intuizione che mi dicevano che non arriverò alla vecchiaia fisica.
Lo scoprirò vivendo, nel frattempo come tutte le persone che conosco vivo tutte le età negli alti e bassi emozionali, fisici e mentali.
Ho visto poche persone invecchiare bene, non tanto in senso fisico ma traendo dalla propria vita un vero e proprio miglioramento interiore;
di queste rare volte, qualcuno era rincoglionito, o con l'ictus cerebrale.
Ho invece visto molte spesso vecchi incarogniti, radicati totalmente nei propri paletti mentali, nelle proprie abitudini, nei propri vizi che nel tempo sono peggiorati sempre di più.
Ho visto diversi ritmi di invecchiamento fisico, legati certamente al tipo di vita fatta, agli stress, al modo con cui si è vissuto.
Ho visto donne e uomini rafforzare l'illusione esteriore di un'eterna giovinezza. Persone per le quali il declino fisico è uno psicodramma.
Ho visto anche gente diventare in vecchiaia, insospettabilmente, delle persone a modo dopo aver condotto una vita totalmente anarchica e sconsiderata.
Persone non rendersi conto del proprio invecchiare e incaponirsi a fare cose a cui il proprio fisico non poteva più rispondere.
La vecchiaia per molti è peggio della morte, per altri è l'anteprima, per altri ancora è un ritorno all'infanzia.
Spero di invecchiare con una manciata di persone di cui mi importa più che di altre.
Non ho mai avuto il terrore della morte, nè mia nè dei miei cari (oddio, di qualcuna a dire il vero ).
Per ora non è molto di più quello che posso dire in merito...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: ven ott 19, 2018 11:56 pm 
Non connesso
Veterano dell'impulso
Veterano dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 31/12/2013, 22:29
Messaggi: 3335
Località: benin city
Sesso: Nessuno
Richiami: 1 Richiami
io almeno a memoria non ho mai avuto paura della morte(anzi fino a qualche anno fa mi divertiva/eccitava sfidarla..anche se devo dire che nella mia coglionaggine non ho mai rischiato di convolgere mai nessuna vittima collaterale) e neanche della vecchiaia fisica..invece quello che mi ha sempre terrorizzato e la vecchiaia interna...

tipo quando vedi quella tipa che conoscevi da ragazzina..e aldilà se era bellissima o carina o tendente al bruttino(ma cmq a te piaceva un casino) la rivedi dopo tanti anni...e magari esteticamente era in gran forma se non migliorata...ma quando la guardi negli occhi non ti sembra piu lei...se non addirittura ti sembra morta dentro...

...a me spaventa molto perdere alcune mie cose interne....che io reputo qualita "speciali" (anche se io non mi reputo un "buono" e credo di avere anche un lato oscuro molto esteso) non solo per me stesso ma anche in grado in alcuni casi di suscitare emozioni sensazionie in altre persone...tanto (cosa molto rara ) a volte a riuscire a rianimare una persona persona (apparentemente) morta dentro....(anche se imho sempre pagando un prezzo con se stessi altissimo...)

anche perche ho visto tanti troppa gente..alcuni sotto questi aspetti imho superiori di me...diventare...magari non fisicamente ma interamente.... praticamente dei morti che camminano....apparentemente un guscio vuoto...

ecco a me spaventa diventare morto dentro...che poi in teoria non mi dovrebbe spaventare..poiche come detto in precedenza non avendo paura della morte.. il giorno che guardandomi allo specchio se non mi dovessi piu riconoscere/piacere in teoria non avrei nessun problema a spararmi un colpo in testa....e by by...) ma il problema.. e se come in questo momento avrei delle persone e animali che voglio bene e che dal mio punto di vista.. non posso abbandonare....in quel caso dovrei continuare a vivere tipo zombie...e imho sarebbe un inferno....

_________________
__________
Uno scorpione vuole attraversare un fiume, ma non sa nuotare. Chiede a una rana di traghettarlo. La rana non si fida, ma lo scorpione la rassicura: “se ti pungessi annegherei”. La rana generosamente accetta, ma a metà percorso lo scorpione la colpisce con il suo aculeo velenoso. La rana, disperata e morente, gli chiede “Perché?”. Lo scorpione, prima di morire annegato, risponde “È la mia natura” ( favola)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: sab ott 20, 2018 12:12 am 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2003, 5:12
Messaggi: 18026
Sesso: Maschio
Pensavo sempre che la vecchiaia voleva dire diventare piu' saggio, piu' tollerante, piu' caritevole, piu' sensibile al benessere degli altri, invece quello che vedo intorno a me e' tutto il contrario.
Piu' si diventa vecchi e piu' si diventa egoisti, indifferenti.
Se credevono in certi concetti cristiani, se l'hanno tutto dimenticato. Nemmeno il male e malattie correggono quei brutti atteggiamenti.
Piu' sono sofferenti (fisicamente) e piu il loro cuore e' piu' duro.
Anche quando non hanno bisogno di soldi e sono benestanti cercano in tutti modi di accumulare beni e soldi che non potranno mai portare con loro nella loro bara.
Muore qualcuno in famiglia e si battono per anni e anni per un mobile nella casa del defunto. Ho visto famiglie divise solo per una questione di eredita'.

Accendo la TV, l'internet, leggo il giornale, e vedo sempre quei vecchi politici nella sessantina, settantina, ottantenni che stanno sempere ruspando li, non sanno guidare nulla (nemmeno la loro vita), e non danno mai spazio a qualche giovane di assumere il comando. Stessa cosa per cantanti. Non sanno cosa vuol dire la pensione e godersi un poco di riflessione e tranquilita prima di allungare le gambe e farsi seppellire in modo dignitoso.

Ci sarebbe piu da dire, ma sono stato in ospedali e case di riposo per vecchi, e ho visto che in generale i vecchi non hanno imparato nulla dalla vita. Ho visto piu onesta e dignita' da un bambino/ragazzino(a) malato (di mali quasi incurabili) in un ospedale che di un vecchio/vecchia in un ospedale e casa di riposo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: sab ott 20, 2018 2:46 am 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 22/01/2005, 3:12
Messaggi: 14275
Località: Terronia settentrionale
Sesso: Maschio
Dovremmo essere precisi almeno anagraficamente nel definire il segmento di vita in oggetto:
ISTAT e TRECCANI concordano sul collocarla tra i 65 i 75 anni, seguita dalla GRANDE VECCHIAIA che segue.
Ma prima della vecchiaia vi sarebbe un altro periodo dal nome non allegro di PRESENILITA' collocato tra i 45 e i 65, quindi lunghissimo.
A vous monsieurs.

_________________
Non seguire le orme degli antichi, ma quello che essi cercarono. (Matsuo Basho,1685)
fa caldo l'Italia è sull'orlo di un baratro e non scopo da mesi (cimmeno 2009)
...stai su un forum di segaioli; dove pensavi di stare, grande uomo? (sunday silence,2012)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: sab ott 20, 2018 4:45 am 
Non connesso
Veterano dell'impulso
Veterano dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 10/09/2012, 18:42
Messaggi: 4944
Località: Dove nasce il Re dei formaggi
Sesso: Nessuno



_________________
"Ma s'io avessi previsto tutto questo... dati causa e pretesto,forse farei lo stesso"


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: sab ott 20, 2018 7:03 am 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 25/03/2007, 10:24
Messaggi: 36992
Località: Milano
Sesso: Maschio
Se vai a correre come me non cambia la sostanza ma la forma si

_________________
La vita è una lunga preparazione per qualcosa che non succede mai (Yeats)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: sab ott 20, 2018 9:29 am 
Non connesso
Nuovi Impulsi
Nuovi Impulsi
Avatar utente

Iscritto il: 04/04/2007, 10:08
Messaggi: 486
Località: L'isola che non c'é
Sesso: Maschio
Noto in giro sempre più spesso thread riguardanti la cosiddetta terza età.
Forse vecchio ci sono nato ed il concetto di morte ormai non mi preoccupa neppure più.
Sarò forse cinico, ma diventando vecchi lo si diventa, ed io a 56 anni ormai sono prossimo alla scadenza,
tuttavia penso che tutto alla fine si riduca a cosa si lascia dietro di se.
Personaggi come Michelangelo, Leonardo, ed altri li si ricorda ancora a distanza di mezzo millennio per le loro opere.
Ci ricordiamo di tanti altri, che in positivo o in negativo hanno lasciato una traccia, magari non positiva, pensiamo ad un Hitler, a Mao, PolPot, Mussolini forse, certo non possono essere considerati esempi positivi, eppure ne rimarranno comunque tracce, se non altro nei libri di storia ma di tutti gli altri ? Milioni e milioni di esseri nati, vissuti, infine morti, di cui non resta più alcuna traccia, ne ceneri, ne una lapide, ne un brandello d'osso, eppure sono state persone che sono vissute, hanno lavorato, hanno amato, hanno forse generato figli, che si saranno certo ricordati di loro sin che hanno vissuto, ma già i nipoti, i pronipoti ben poco avranno ricordato se non il semplice fatto di aver avuto dei nonni dei bisnonni, ma chi erano ? che hanno fatto nella loro vita? son stati sovrani o plebei ? uomini liberi oppure schiavi di qualcun altro ? Nobili o plebei ?
E' oblio del tempo, oggi siamo qui, ci arrabattiamo per avere una vita migliore, poi un giorno tutto finisce e ben poco resterà, se avremo generato qualcosa resteranno forse, sia pur sempre più labili, i nostri geni, oppure neppure quelli se non ci saremo riprodotti. Tempus Fugit, è sempre troppo poco e scorre troppo in fretta, per tutti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: sab ott 20, 2018 10:11 am 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 10/05/2013, 13:23
Messaggi: 6516
Località: Dal sontuoso attico di Nuova York
Sesso: Maschio
Souther082 ha scritto:
quello che mi ha sempre terrorizzato e la vecchiaia interna...


Da questo punto di vista posso senz'altro affermare che la persona più giovane che abbia mai conosciuto ha 86 anni.

_________________
La mia libertà è che ti sputo dal terrazzo, se mi va/È disegnare un gabbiano sopra la condensa/Per poi capire di essere a metà/Tra fare un cuore e fare un cazzo/È la metafora del mondo


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: sab ott 20, 2018 10:41 am 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 22/02/2009, 23:09
Messaggi: 10674
Località: Ego sum ubi sum
Sesso: Maschio
Ma cosa sei dietro a dire, se siam sul fior de la gioventù?


_________________
Ille ego, Blif, ductus Minervæ sorte sacerdos (ბლუფ)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: sab ott 20, 2018 11:29 am 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 21/06/2013, 23:01
Messaggi: 11897
Località: In giro da qualche parte con tre bottiglie 3 di birra in mano.
Sesso: Maschio
Il solito allegro-thread di Garga, mavaff :lol:

Sarò breve come la mia vita.
Ritengo che le partizioni di senilità-anagrafiche postate da Pan debbano andare a farsi benedire dalla sempre più crescente aspettativa di vita, che a mio modo di vedere è anche concausa del diffuso malessere attuale, cioè prima si viveva meno ma meglio.
Eppoi vanno fatti dei distinguo da persona a persona, senza essere troppo generici, per esempio c'è mia madre, mio vero punto di riferimento, che ha 66 anni ma che vive sia nell'animo che nello spirito come se ne avesse 20, mentre mio padre che ne ha 68 compiuti l'altro giorno si sente proprio vecchio, anche a parole, finanche cerchi (male) di nasconderlo, oppure c'è una mia zia di 84 anni piena di acciacchi che vive da sempre allo stesso modo, col sorriso e cercando di anteporre gli altri a se stessa, un'altra mia zia, invero più giovane, si è già arresa da parecchio, e passa tutti i giorni a lamentarsi della sua esistenza, angosciando la mia e di tutti quelli che le stanno attorno, e francamente non vedo l'ora che si levi dalle palle.
Ecco, io ho una paura fottuta di finire come l'ultimo esempio, e considerando la morte come l'unica certezza inevitabile della vita, qualora dovessi diventare una zavorra per chi mi sta vicino, dovessi peggiorare con l'andare degli anni diventando più intrattabile di quanto non lo sia ora :DDD , dovessi dipendere dagli altri e non avendo timore del trapasso, piuttosto una curiosità legata all'esistenza di un qualcosa là, faccio prima a farmi fuori, magari in modo spettacolare, eclatante. Così almeno si parlerà di me anche dopo.... :lol:
Ed eviterò pure di gravare sul sistema sanitario nazionale, ovvero sui ciovani che hanno tutto il diritto di vivere al massimo la propria vita.

_________________
Ci sono tre pomodori, Papà pomodoro, Mamma pomodoro e Pomodorino. Papà pomodoro vede pomodorino distratto, lo schiaccia e gli dice "Fai il concentrato!"
(Volpe forza 5)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: sab ott 20, 2018 12:31 pm 
Non connesso
Veterano dell'impulso
Veterano dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 31/12/2013, 22:29
Messaggi: 3335
Località: benin city
Sesso: Nessuno
Richiami: 1 Richiami
cmq rileggendo il mio precedente post pensandoci meglio..ad essere sinceri anche la vecchiaia fisica un pochino le palle me le fa girare...

anche se sono in buona forma fisica e credo di dimostrare meno anni della mia eta anagrafica.. ma sotto questo aspetto poiche e la natura ed e inevitabile ..cmq non me ne faccio una tragedia.

al massimo posso cercare un equilibrio/compromesso tra salute e piacere...per cercare di invecchiare fisicamente nel miglior modo possibile..

pero per esempio a volte mi capita di parlare con girls 20enni...che magari avverto che gli sto simpatico/piaccio...e quando mi chiedono se sono sposato e se ho figli...mi rendo conto che cmq nonostante tutto non sono piu di primo pelo...

cazz.....

_________________
__________
Uno scorpione vuole attraversare un fiume, ma non sa nuotare. Chiede a una rana di traghettarlo. La rana non si fida, ma lo scorpione la rassicura: “se ti pungessi annegherei”. La rana generosamente accetta, ma a metà percorso lo scorpione la colpisce con il suo aculeo velenoso. La rana, disperata e morente, gli chiede “Perché?”. Lo scorpione, prima di morire annegato, risponde “È la mia natura” ( favola)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: sab ott 20, 2018 4:25 pm 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso

Iscritto il: 02/11/2015, 22:05
Messaggi: 8735
Sesso: Nessuno
Souther082 ha scritto:
cmq rileggendo il mio precedente post pensandoci meglio..ad essere sinceri anche la vecchiaia fisica un pochino le palle me le fa girare...

anche se sono in buona forma fisica e credo di dimostrare meno anni della mia eta anagrafica.. ma sotto questo aspetto poiche e la natura ed e inevitabile ..cmq non me ne faccio una tragedia.

al massimo posso cercare un equilibrio/compromesso tra salute e piacere...per cercare di invecchiare fisicamente nel miglior modo possibile..

pero per esempio a volte mi capita di parlare con girls 20enni...che magari avverto che gli sto simpatico/piaccio...e quando mi chiedono se sono sposato e se ho figli...mi rendo conto che cmq nonostante tutto non sono piu di primo pelo...

cazz.....


A volte il meglio viene proprio ora :023


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [O. T.] La vecchiaia
MessaggioInviato: sab ott 20, 2018 5:40 pm 
Non connesso
Storico dell'impulso
Storico dell'impulso
Avatar utente

Iscritto il: 27/07/2003, 5:12
Messaggi: 18026
Sesso: Maschio
A parte quello che una persona anziana puo sentirsi (internamente), ci sono fattori che ti fanno sentire ancora uno poco indesirabile e poco valutato.
I centri di anziani sono pieni e ti devi mettere sulla lista (per anni e anni, e non settime e mesi).
Gli ospedali sono pieni e non ti vogliono e ti fanno pagare se la "convalescenza" tarda.
Le medicine costano un sacco di soldi.
Se hai una pensione privata sei sempre in pericolo che te la tagliano.
Se hai dei "medical benefits" con la ditta per cui ha sgobbatto per 30-40 anni, ogni anno ti mandano una lettera in cui ti dicono che ci sono tagli/modfifice/riduzioni.
Se vai in pensione, la ditta per cui lavori non desidera proprio averti piu' tra i piedi nemmeno se cerchi di ritornare a base di "part-time"
La vecchiaia non e' solo brutta per te stesso, ma per quei cari che hai attorno (una sorella, fratello, moglie, marito, sigli, ecc).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 40 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Contatta l'amministratore

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 64 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010